MATERIA: le novità del direttore artistico Antonio Aricò

La macchina organizzativa della IV edizione del Materia Independent Design Fetival è all’opera a ritmo serrato.

Grandi novità per il più importante festival del design del Sud Italia, ideato e organizzato da Officine AD degli architetti catanzaresi Domenico Garofalo e Giuseppe Anania, che si terrà a Catanzaro dal 19 al 22 settembre.

La direzione artistica di Antonio Aricò – designer calabrese molto apprezzato sulla scena internazionale,  espressione del vero senso del progettare italiano, fusione tra artigianato, design e poesia, creatore di oggetti iconici, consulente per aziende leader nel mondo come Seletti, Alessi e Barilla e conosciuto per “le storie e i racconti oltre il progetto” – sta già apportando una nuova linfa.

Aricò ha le idee chiare: “Con questa edizione porremo l’attenzione su riflessioni legate alla parola design che vogliono allontanarsi dal mondo delle ‘fiere di prodotto’, per focalizzarsi su operazioni comunicative che mirano a raccontare il fascino di una terra, la Calabria, che merita di essere narrata con nuova dignità.”

La parola design, ad esempio, sarà bruciata in un falò notturno sul mare; danze popolari saranno coreografate in chiave contemporanea dalla designer Sara Ricciardi, considerata tra le donne del design contemporaneo italiano più influenti; il “Ballo dei Giganti” darà vita alla storia d’amore di “Mata & Grifo”, presentata allo scorso Fuori Salone di Milano dal brand Altreforme e messa in scena da Valentina Fontana Castiglioni, Elena Salmistraro e lo stesso Aricò.

Il cuore della manifestazione sarà, come sempre, il Complesso Monumentale del San Giovanni che sorge sull’area del castello normanno, eretto nell’XI secolo da Roberto il Guiscardo e parzialmente distrutto nel Quattrocento. Gli eventi coinvolgeranno altri luoghi identitari del capoluogo calabrese, come il mare e le vie e i chiostri del Centro Storico.

E poi, non mancheranno le storie raccontate da noti designer internazionali, talk, esposizioni ed appuntamenti serali, in un mélange tra passato e contemporaneo.

Grande attenzione sulla mostra dedicata  ai giovani: un allestimento che metterà in risalto i progetti selezionati dalla Call “Materia-Oltre Design” che scadrà il 15 luglio – tantissime le richieste pervenute da tutta Italia e anche Oltralpe – per la quale è prevista una borsa di ricerca in collaborazione con la Caffé Guglielmo. I prodotti dovranno sviluppare la suggestione di un vero viaggio nel tempo per esaltare tutto ciò che è “storie” e tradizione; tempo-evoluzione, cambiamenti e storie antiche che rinascono. Artcraft design, tempo e materia ossia l’imperfezione che è bellezza. Potranno concorrere, ai fini della selezione, designer, artigiani e brand emergenti, mediante la proposizione di prototipi, produzioni e autoproduzioni, fisicamente realizzati. La call è riservata esclusivamente agli under 40.

“Con ‘Materia-Oltre Design’ – spiega Aricò – faremo un vero e proprio viaggio nella memoria, per esaltare storie antiche che rinascono fresche tra le strade, le ‘rughe’ del capoluogo della Calabria, centro del Mediterraneo.”

 

Post a Comment